Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo


Ricerca un articolo


 

« Enzo Di Grazia cura la "Collettiva dei partecipanti ai programmi annuali di Pittura e Grafica d'Arte Contemporanea della Scuola Internazionale di Grafica Venezia" | Pagina principale | CAPUA - Presentato il programma della rete culturale "Silvio Fiorillo" »

Aversa - Verso le elezioni Essere primi o essere tra gli ultimi dipende solo da noi di Antonio Santi

aversa_arco-thumb.jpgIl voto che io personalmente chiedo (pregando di “guardare” non al simbolo di una lista, ma solo a quello che, in tanti anni, ho fatto, di concreto, per la Cultura) è ad un fine preciso. Non inedito. Sul quale, difatti, ho tanto “battuto”, soprattutto dalle pagine de L’Eco, ma, appunto, non solo. Perché mi ha mosso in modo forte e determinato nelle tante riunioni organizzate presso palazzo Parente fra enti e personalità cittadine. Il voto che chiedo è al fine preciso di poter portare avanti il “Progetto per Aversa: 1° Cultura; 2° Turismo”. Un “Progetto”, cioè, basato sul fare “Cultura” per, poi, far venire i Turisti che, come tutti sanno, significano ricchezza.

Mi sono dannato per questo “Progetto”. Ultimamente, presso palazzo Parente, eravamo giunti al momento fatidico della firma di un atto costitutivo di “Confederazione” per la Cultura ed il Turismo, epperò quella riunione saltò e, inspiegabilmente, saltò tutto il lavoro fatto meticolosamente. Lo ricordo come fosse oggi: intorno al tavolo di casa mia, presso palazzo Parente, c’erano Franco Candia, Sergio D’Ottone, Romualdo Guida (l’unico in posizione di astensione), l’Accademia Italiana Domenico Cimarosa, il Club Unisco Castel Volturno, il Consorzio delle Pro Loco del litorale Domitio, Maria Luisa Coppola. Per strada ci perdemmo Ernesto Rascato, il libraio, forse spaventato dalle presenze di Romualdo Guida e di Franco Candia. Fatto sta che quel Progetto fallì senza una ragione né un motivo a me esplicitati, almeno per correttezza. Ma io sono duro a morire. Continuo a battere quel ferro. Perché sono convinto che Aversa ha in re ipsa il proprio destino socio-economico, un destino ignorato, trascurato, incompreso, bistrattato. Eppure, politici, associazioni, personalità, Aversa deve, in primis, porsi una prospettiva socio-economica di Cultura e Turismo. Il patrimonio di cui è dotata la Città impone una simile prospettiva. Ed io mi batterò ovunque e comunque perché venga perseguito un “Progetto per Aversa: 1° Cultura; 2° Turismo”. Se avessi a disposizione 50.000= euro circa, come chi organizzò il (modestissimo e unmiliante) Palio Normanno, quante cose farei! Io penso che mettere Aversa in un circuito internazionale di Cultura e Turismo è un dovere sacrosanto di chi governa o intende governare, Lasciando da parte inutili, mirabolanti Progetti. Prima di “darsi” all’edilizia, diamoci ad un Progetto di pochi soldi che possa dare ricchezza e benessere alla Città. Cimarosa è di Aversa. Cimarosa è famoso nel mondo. Guardiamo, una buona volta, all’illustre concittadino. Altri, su Cimarosa, avrebbero imbastito un business. Noi, no. Noi preferiamo l’edilizia, la mondezza, le morti di tumore, il posto in Comune o in qualche ente pubblico. Noi preferiamo essere ultimi. Vogliamo essere ultimi. Senonchè essere primi ci spetta. Il patrimonio c’è, bisogna solo farlo fruttare. Dipende da noi essere primi o restare ultimi. Dipende dal voto di ogni aversano.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione