Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 04.05.07 20:55.

L'articolo precedente è
AVERSA - Centro storico, idee di riqualificazione nell'ambito di Urban Italia.

Il prossimo articolo è
Ricca la V giornata di PulciNellaMente.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« AVERSA - Centro storico, idee di riqualificazione nell'ambito di Urban Italia | Pagina principale | Ricca la V giornata di PulciNellaMente »

AVERSA - Verso le elezioni Adda' passà a' nuttata! di Antonio santi

porta.jpg Questa rubrica continua. D'ora in avanti uscirà tutti i giorni e diventa un appuntamento fisso. Da questa rubrica si leveranno grida per cercare di far sobbalzare le coscienze degli aversani chiamati, a breve, a decidere il loro destino.
Partecipo anch’io a queste elezioni, ma il senso di disagio, di scontentezza, di scoramento è immenso. La politica continua ad “ammazzare” questa Città; non si ferma dinanzi a niente, è come se l’Anormalità fosse, oramai, divenuta Normalità. Sarebbe da non partecipare, sarebbe da scappare via, ma intanto i nomi dei candidato a sindaco sono sul tavolo e, ob torto collo, bisognerà scegliere. Non c’è dubbio che la scelta dovrà cadere sul meno peggio, sul male minore, ma questo non è più sopportabile.

Sarebbe bello, alla luce del miserevole quadro appena abbozzato, se dopo queste elezioni – vadano come vadano (per me sicuramente male perchè ad Aversa non ho una famiglia zeppa di fratelli, sorelle, mariti delle sorelle, mogli dei fratelli nè ivi faccio il medico o l’avvocato o altro lavoro) – si potesse cominciare a costruire un Movimento nuovo, diverso, fatto di gente che ha veramente a cuore la Città, che non si irrigidisce falsamente se sente parlare di trsversalità. Un movimento che elabori un Progetto vero, serio, credibile, possibile; che intorno a questo Progetto aggreghi persone stanche di appartenere alla categoria dei “sudditi”, persone che abbiano colto la necessarietà di un cambio reale nel modo di vivere. La nostra Italia va a rotoli perchè il potere decisionale è nelle mani di chi non pensa neanche un po` ai cittadini, alla base, al Paese, ai giovani, ai figli, propri e degli altri. Soprattutto a quest’ultimo insieme, perchè sono loro e saranno loro i veri “fregati” da questa politica miope, bassa, egoista. Aversa non ‘e certamente da meno, non si distingue dal resto dell’Italia. Basta pensare allo spettacolo indecente che ha offerto il centro sinistra e la sinistra, l’uno e l’altra dilaniati da lotte per il potere, senza un Progetto o “Un’idea di Citt’a”, diviso persino su chi appoggiare come sindaco nonostante il chiarissimo verdetto delle primarie. Sin d’ora, con estrema correttezza e chiarezza, propongo di pensare al dopo elezioni ed, in quest’ottica, di tentare di metter su un Movimento che abbia il coraggio di elaborare un Progetto, di lasciare da parte i soliti modi di far politica, di puntare tutto sulla chiarezza, la qualità, la serietà, la concretezza, la trasparenza. Di sfidare, in una parola, il Sistema. Perchè se non ci decidiamo a sfidare il Sistema, è difficile, impossibile sperare in un futuro migliore, in una Città diversa, normale, dignitosa. Se non sfideremo il Sistema, vorrà dire che tutto ci sta bene. Che abbiamo perso ogni sensibilità, che non sentiamo più nemmeno il puzzo della mondezza, che, anzi, quel puzzo scambiamo per il profumo delle zagare. E prepariamoci a morire di tumore, ad una lenta, straziante agonia tra antidolorifici e chemioterapie. Chissà, forse giunti a quel punto ci renderemo conto di avere sbagliato a restare sudditi per una vita, ad accettare tutto e penseremo con malinconia ai nostri figli i quali, se non avranno avuto il coraggio di emigrare, seguiranno la nostra stessa sorte. La proposta di cui al presente articolo avanzo, in primis, a Nicola Grziano, consigliere di alta levatura per serietà di comportamenti. Ci pensi l’amico Nicola a quanto mi sono permesso di prospettare.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione