Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo


Ricerca un articolo


 

« Enciclopedia di Aversa. 1. Monumenti. 1/4) Castelli (Introduzione; C. di Savignano; C. Angioino; C. Aragonese) Enzo Di Grazia | Pagina principale | Enciclopedia di Aversa. 1. Monumenti. 1/2) Porte (Introduzione; P. di S. Giovanni; Le altre porte; Arco dell'Annunziata) Enzo Di Grazia »

Enciclopedia di Aversa. 1. Monumenti. 1/3) Sedili (Introduzione; Sedili più importanti; S. di S. Luigi) Enzo Di Grazia

Introduzione
Nel Medio Evo, i re erano soliti concedere, ai loro cavalieri, una specie di circolo nobiliare, che si chiamava Sedile, a cui potevano appartenere solo alcune famiglie scelte; nel Sedile, i nobili si riunivano spesso per discutere, trattare e decidere su avvenimenti importanti per il paese.
>>>>>>>>>>

Sedili più importanti
Ad Aversa, vi furono molti Sedili della nobiltà, di cui almeno tre se ne ricordano:
1) il Sedile di Piazza, o “Seggetiello”, che si trovava a via Castello, di fronte alla ex Scuola Media Parente: fu abolito nel 1567, e al suo posto si costruì la Chiesa di S. Maria del Popolo, poi sconsacrata;
2) il Sedile di S. Antonio, che si trovava al corso Umberto I (che da ciò comunemente è detta via Seggio), all’incrocio con la via Cimarosa, esisteva fino al 1924; ma oggi non se ne ha più traccia.
3) il Sedile di S. Luigi. E' l'unico che resta.

Sedile di S. Luigi
Si trovava nella piazza S. Domenico; si vede ancora la porta dalla quale si entrava nel palazzo, sulla quale c’è una lapide che ne ricorda la storia: fu concesso, nel 1195, dall’imperatore Enrico VI alle famiglie dei cavalieri e dei soldati, che avevano combattuto con lui; nel 1629, fu restaurato perché andava in rovina; nel 1800, i Sedili furono aboliti, e questo fu usato da un falegname; nel 1921, fu recintato con un cancello e, in occasione della festa del 4 novembre, fu posta una lapide al Milite Ignoto. Negli ultimi tempi, è stato molto trascurato: una parte del cancello è stata rubata, e molte persone lo usano a modo loro. E’ alto più di sette metri, ha il lato più lungo con due archi, di m.11 con un giardino ora incolto; il lato più corto, con un solo arco, di metri sei. Poggia su colonne di basalto di m.1,80 per m.0,80; gli archi sono larghi m.4,52.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione