Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo


Ricerca un articolo


 

« "Enciclopedia aperta di Aversa" (parziale ristampa di "Aversa. Aspetti di storia e di vita" di Enzo Di Grazia) e "Breve Storia di Aversa" (di Naselli Stevens) pubblicazioni in itinere di Antonio Santi | Pagina principale | AVERSA - Successo in Austria di Carlo Capone »

CAPUA - Il 5 luglio a palazzo Lanza si proietta: "L'Estate di mio fratello" di Pietro Reggiani

Estate%20mio%20fratello.jpgGiovedì 5 Luglio, ore 21.00, palazzo Lanza a Capua, proiezione del film: L'ESTATE DI MIO FRATELLO di Pietro Reggiani con Davide Veronese, Tommaso Ferro, Maria Paiato, Pietro Bontempo, Beatrice Panizzolo. Interverrano il regista Pietro Reggiani e il responsabile per la Campania di Self Cinema Antonio Napolitano. "L'estate di mio fratello", film pluripremiato in numerosi festival internazionali, tra cui il Tribeca Film Festival organizzato a New York da Robert De Niro, si è affidato alla formula dell'Adopt a movie, promossa dall'associazione Self Cinema che consente agli stessi spettatori di fare la distribuzione. Infatti prenotando in anticipo il coupon per la visione del film e raggiunto il numero necessario di prenotazioni si consente alla produzione di realizzare la proiezione senza danni economici per gestori di sala o promotori dell'iniziativa. "L'estate di mio fratello" sarà addirittura un'anteprima regionale, visto che il film arriverà nelle sale di Napoli e Salerno non prima dell'autunno.
>>>>>>>>>>

Sergio è un solitario bambino di nove anni che preferisce vivere nel suo mondo fatto di immaginazione e fantasia, piuttosto che frequentare i suoi coetanei. Il suo rapporto, già difficile, coi genitori, peggiora ulteriormente quando viene a sapere che un fratellino, frutto di una gravidanza non voluta, è in arrivo. Timoroso di perdere le già scarse attenzioni dimostrategli dalla famiglia, Sergio comincia a desiderarne ed immaginarne ardentemente la morte. Quando la madre ha un aborto spontaneo però, Sergio si sente in colpa, credendo di essere stato in qualche modo responsabile della disgrazia. Dopo aver peregrinato per troppo tempo alla ricerca di un distributore, quest'opera prima del capace Pietro Reggiani arriva finalmente nei cinema nostrani. Lo sceneggiatore/regista è molto bravo a rappresentare l'immaginario dei bambini e riesce a portare sullo schermo le loro emozioni, paure, speranze e illusioni, utilizzando mezzi toni, momenti godibilmente surreali, virate umoristiche ed accenti drammatici. La crescita è un passaggio doloroso, pieno di insidie e la maturazione del personaggio di Sergio avviene lentamente ma inesorabilmente: alla fine anche lo spettatore avrà imparato qualcosa di più sul mondo dei bambini. Nel cast svetta la performance del bravissimo Davide Veronese, che poco a nulla ha da invidiare alle baby star americane, tanto è capace di fare proprie e rappresentare in modo sincero e schietto le inquietudini del protagonista, diviso tra cattivi pensieri e devastanti sensi di colpa. L'estate di mio fratello è un film semplice, ma non banale, delicato, ma non inconsistente e rappresenta uno dei migliori esordi alla regia degli ultimi anni. Il film ha giustamente trionfato al Bergamo Film Meeting 2005, e ha ottenuto un prestigioso riconoscimento al Tribeca Film Festival dello stesso anno: al pubblico pagante, ora, il compito di rendergli altrettanta giustizia.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione