Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 02.12.07 20:12.

L'articolo precedente è
SANT'ARPINO - SUCCIVO - Tappa del "Giro del Cigno" a cura di Legambiente c.s. info@geofilos.org .

Il prossimo articolo è
Concluso il percorso di formazione "Abitare i margini" Valerio Taglione .

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« SANT'ARPINO - SUCCIVO - Tappa del "Giro del Cigno" a cura di Legambiente c.s. info@geofilos.org | Pagina principale | Concluso il percorso di formazione "Abitare i margini" Valerio Taglione »

No all’ipotesi di utilizzare un bene confiscato come discarica per rifiuti nel comune di Pignataro Maggiore c.s. donpeppediana@libero.it

Libera.gifL’ipotesi avanzata dal Commissario Delegato per l’emergenza rifiuti nella Regione Campania di destinare a discarica l’area di Masseria Arianova – in località Cento mogge sita nel Comune di Pignataro Maggiore, vede nettamente contrari l’associazione LIBERA e il Comitato don Peppe Diana”.
>>>>>>>>>>

“L’area, confiscata al clan Lubrano-Nuvoletta – dichiara Valerio Taglione referente provinciale di LIBERA e portavoce del “comitato don Peppe Diana” - è stata già assegnata ad una cooperativa sociale che ne ha fatto una FATTORIA SOCIALE. I terreni sono già stati lavorati e pronti per la semina. Peraltro sono state acquistate anche le relative sementi. Nella FATTORIA SOCIALE sono iniziate le attività di una di un centro diurno per persone svantaggiate con n.7 utenti e in questi giorni è prevista l’apertura di un gruppo di appartamento residenziale per utenti dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario. L’utilizzo a fini diversi del bene confiscato ­– afferma ancora Valerio Taglione – non solo snatura i fini per i quali è nata la legge 109/96, ma penalizza ulteriormente le popolazioni interessate. E oltre al danno i cittadini ora rischiano di dover subire anche la beffa di una discarica che non potrà che apportare ulteriori difficoltà a popolazioni che da anni subiscono il condizionamento della criminalità organizzata. Quei beni non sono più della camorra, ma della comunità. Su quei terreni siamo interessati a raccogliere il grano e non il percolato.”

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione