Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo


Ricerca un articolo


 

« AVERSA - Ciaramella: "Fuori dalla crisi con le dimissioni degli assessori!" c.s. staff sindaco D. Ciaramella - Francesca Pagano | Pagina principale | S. M. CAPUA VETERE - 23 febbraio, ore 21,00, Teatro Garibaldi è di scena Anna Redi con la fiaba: "Il Principe e la Verità" Silveria Conte »

Catastrofe Rifiuti, giochiamoci la carta elettorale Gennaro Mariniello, presidente Co.Sa.Dir.Ci. Comitato Civico per Aversa dal 1990

Via%20Michelangelo%20munnezza.jpggiorno fa avevamo chiesto al Commissario De Gennaro se conveniva più inviare i nostri rifiuti in Germania o fittare la loro tecnologia mobile e portarla in Campania.

>>>>>>>>>>>>>>>

Qualche Avevamo individuato validi motivi per la seconda scelta (risparmiare 80.000 euro/die, produrre energia tramite la pirolisi, estrarre minerali preziosi e sempre più rari in natura, produrre con le ceneri materiali per pavimentazioni e costruzioni ). Nessuna risposta. Anzi aumenterà la quota da inviare ai tedeschi. Tanto paghiamo noi. E’ da 15 anni che paghiamo per tenere in piedi Istituzioni inefficienti, parassitarie, dannose.
Se le popolazioni locali e la Commissione Europea non avessero obbligato De Gennaro a controllare le vecchie discariche per un nuovo utilizzo, non avremmo saputo che esse non sono state bonificate,anzi contengono rifiuti estremamente dannosi. E nell’era dei satelliti le famigerate Istituzioni continuano a nascondere tutti i siti altamente pericolosi.
La recente aggressione ai cittadini in Irpinia ci induce ancora una volta a riflettere . Chi danneggia di più i Campani: la criminalità organizzata o le Istituzioni locali e gli Apparati periferici dello Stato? La risposta è nella storia degli ultimi 15 anni.
In Campania è in corso un genocidio di massa, si vogliono cancellare le millenarie conquiste culturali, civili, economiche, si sta favorendo la diaspora dei giovani. Soprattutto nelle Province di Napoli e Caserta dove più profondo è il disastro politico ed economico e più forti i clan camorristici opera senza pietà la tirannide politico-malavitosa, si attua una mostruosa cementificazione territoriale, si festeggia per la diffusione delle droghe, si espropriano milioni di ettari di terra per accatastare o seppellire milioni di tonnellate di rifiuti tossici, cancerogeni, radioattivi. E nessuno interviene. Dove sta la capillare raccolta differenziata, dove funzionano i siti di compostaggio, perché non si completa l’incineritore di Acerra? Rimbomba nei palazzi del potere quello che ebbe a confidare un Commissario per l’Emergenza Rifuti: e che devo risolvere io questa catastrofe?
Fin quando i Campani non si libereranno dell’esercito di lestofanti, imbroglioni, mentitori, incapaci e delinquenti che occupano tutte le istituzioni locali e gli uffici deputati (sulla carta) a far applicare e rispettare le leggi, noi continueremo ad essere sballottati tra Scilla ( le monnezze umane) e Cariddi ( le monnezze materiali).
Ad aprile ci saranno le elezioni. Auguriamo alla maggioranza dei Campani di liberarsi dalla schiavitù e dall’esercito di politicanti e di sciaquini che verranno a chiedere il loro voto. L’assenza totale dello Stato in Campania ci spinge a giocare almeno la carta elettorale. Come? Chiedendo ai 2 schieramenti maggiori di firmare un patto scritto per commissariare la Regione Campania in tutti i settori e di iniziare da maggio la bonifica ed il riciclaggio delle monnezze accumulatesi nelle istituzioni.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione