Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Ricerca un articolo


 

« NAPOLI - Il 22 aprile accordo tra Facoltà di Architettura II Università Napoli, Libera e Comitato don Peppe Diana Valerio Taglione | Pagina principale | AVERSA - Giornata universitaria per l'assessore Lucio Romano e le Commissioni Università e Cultura Francesca Pagano, staff sindaco D. Ciaramella »

AVERSA - Pediatria: il degrado della Sanità Gennaro Mariniello*

Ciaramella Ospedale.jpg

In Campania il settore che va immediatamente e profondamente bonificato e curato - dopo o assieme a quello dei rifiuti - è la Sanità.

>>> 

 

In tutti questi decenni la Sanità è stata solo terra di conquista, di lotte fratricide, di spartizione di posti ed appalti, di sistemazione degli amici ed amici degli amici. Sono diventati Direttori Generali, Amministrativi e Sanitari personaggi incollati alle poltrone che non hanno mai visitato i Reparti degli Ospedali di competenza, né si sono mai interessati dei problemi piccoli e grandi dei reparti di degenza, diventati nel tempo reparti indecenti. In Campania le strutture sanitarie pubbliche vivono un declino inarrestabile: i Medici e Paramedici sono degli accessori. Ci sono o non ci sono è la stessa cosa. Quello che prevale nella Sanità Pubblica Campana è l'appartenenza ai padroni di turno piazzati lì dai Partiti e dai Sindacati che impongono i loro diktat, il dispotismo dei ras: e se non ti adegui sei punito. I diritti del cittadino-utente o del cittadino-malato esistono solo nelle cerimonie 'solenni', o in Convegni e Seminari inutili, dove le primedonne devono fare passerella. La vergogna del Reparto di Pediatria dell'Ospedale di Aversa, che ho recentemente constatato di persona, non è diverso da quello di tanti altri Ospedali. Al Policlinico 'Nuovo' di Napoli il cemento se ne cade a pezzi e migliaia di ferri sono allo scoperto, consumati dai batteri della ruggine. Queste vergogne sono il frutto della politica del finto risparmio: i padroni dei carrozzoni ASL pensano a risparmiare sulla manutenzione ordinaria e straordinaria, sull'aggiornamento tecnologico e sulla crescita culturale e professionale degli Operatori Sanitari, sul personale Medico e Paramedico vieppiù carente. Ma non hanno mai voluto risparmiare sulle spese inutili, sui congedi sindacali, sul personale parassitario e fannullone che abbonda nei corridoi delle Amministrazioni. E come per il grano del Diavolo che va in crusca, così i loro bilanci sono sempre in rosso. La chiusura della U.O. di Pediatria di Aversa fa il pari con la chiusura del Centro Carratù. Ci costringono a vivere con una catena di vergogne perché noi cittadini, fruitori dei servizi sanitari, siamo considerati dei pezzenti, dei parìa, dei senza-diritti. E' questa una delle tante monnezze campane da bonificare fino in fondo, senza sconti per nessuno. Ma per fare ciò occorrono il coraggio e le denunzie dei cittadini, il controllo assiduo - sin'ora assente o molto raro - di chi deve verificare il funzionamento dei servizi pubblici. Ma  è arrivata anche l'ora che i cittadini-dipendenti (degli ospedali e ambulatori vari) smettano di aver paura ed esprimano quel minimo coraggio civile sufficiente perché tante vergogne - come questa della Pediatria di Aversa - non abbiano più a verificarsi o perdurare.

presidente del Comitato Civico Co.Sa.Dir.Ci.          

 

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione