Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 07.06.08 20:08.

L'articolo precedente è
SCHIO (VI) - 14 giugno, 20:30 seconda tappa del Tour 2008 Festival Internazionale di Musica Cristiana.

Il prossimo articolo è
POZZOVETERE - 8 giugno, Palazzo Veccia, 18:00, conferenza: "Macrico per la Città".

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« SCHIO (VI) - 14 giugno, 20:30 seconda tappa del Tour 2008 Festival Internazionale di Musica Cristiana | Pagina principale | POZZOVETERE - 8 giugno, Palazzo Veccia, 18:00, conferenza: "Macrico per la Città" »

SCANDICCI (FI) - L'11 giugno sarà presentato il disciplinare per la filiera della pelletteria di lusso a garanzia della qualità totale

Borsa.jpg

Sarà presentato mercoledì 11 giugno, alle ore 17, a I-Place, sede del Consorzio Centopercento Italiano, in Viuzzo del Piscetto 6/8 a Scandicci (FI), il disciplinare per la filiera della pelletteria del lusso a garanzia della qualità totale.

>>>      

"Tracce sulla pelle: un nuova disciplina per la qua! lit&agra ve; totale della filiera del lusso" è il seminario organizzato dal Consorzio Centopercento Italiano durante il quale verrà illustrato l'innovativo documento destinato a regolamentare l'intero settore della pelletteria Made in Italy, a tutelare le aziende che vi operano e i consumatori che avranno la certezza delle qualità del prodotto che acquistano. Il programma del convegno si trova scaricabile su www.i-nnovation.it, il Social Network dedicato al mondo dell'innovazione a supporto del Made in Italy.

 

Al seminario interverranno Andrea Calistri - Presidente del Consorzio Centopercento Italiano, Rossella Ravagli - Responsabile Settore Etica Bureau Veritas e Ambrogio Brenna - Assessore alle Attività Produttive della Regione Toscana.

 

Tornare a riaffermare il primato del prodotto Made in Italy significa riallineare la percezione del valore sulla qualità vera, fatta di qualità materiali e immateriali, di mani esperte che lavorano alla sua realizzazione e di consumatori consapevoli delle loro motivazioni di acquisto.

& nbsp;

Il nuovo disciplinare e' stato messo a punto nell'ambito del FELAFIP (Fabrica Ethica Laboratorio Filiera Pelletteria) - progetto nato su stimolo del Consorzio Centopercento Italiano e coordinato da Regione Toscana e Commissione Etica Regionale - e verrà portato all'attenzione di centinaia di imprese del settore della pelletteria e dei settori ad esso collegati.

 

I suoi obiettivi sono quelli di:

- delineare i requisiti di responsabilità sociale, economica e ambientale per le aziende operanti nel settore della pelletteria e per l'indotto

- definire le metodologie di verifica dei suddetti requisiti

- fornire percorsi sostenibili attraverso sistemi di gestione integrata per le microimprese toscane collocate in distretti e filiere

- rispettare i v! alori so ciali e umani che ogni azienda deve assicurare

 

Sostenuto da Regione Toscana, Province, Comuni, Stakeholder diretti ed indiretti delle aree dove tali settori produttivi sono maggiormente radicati, il disciplinare FELAFIP vuol essere una nuova opportunità per i vari attori della filiera del lusso che vorranno aderirvi, distinguendosi cosi' per le loro scelte consapevoli in termini di qualità totale, una linea precisa che va a dividere il vero dal falso, il corretto dallo scorretto, la qualità dalla non qualità e che diventa strumento strategico di affermazione nei mercati globali.

 

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione