Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 07.10.08 06:53.

L'articolo precedente è
AVERSA / Dal 29 settembre 2008 tre mesi per completare i lavori del piazzale antistante la stazione da c.s. di Francesca Pagano, staff sindaco Ciaramella .

Il prossimo articolo è
NAPOLI / Instituto Cervantes, presentazione de: "Dizionario delle Arti".

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« AVERSA / Dal 29 settembre 2008 tre mesi per completare i lavori del piazzale antistante la stazione da c.s. di Francesca Pagano, staff sindaco Ciaramella | Pagina principale | NAPOLI / Instituto Cervantes, presentazione de: "Dizionario delle Arti" »

Una poltrona a me, due a te; no, due a me ed una a te; no, tre a me e una a te... Antonio Santi

monnezza 2 con bambini.jpg

I partiti ed i politici che i partiti esprimono hanno raggiunto, nella città di Aversa, la punta massima di incapacità a fare e di menefreghismo verso la collettività che dovrebbero governare.

>>> 

E' incredibile il livello di mediocrità (o, forse, di indecenza?) in cui i partiti ed i politici che i partiti esprimono ci hanno fatto scendere, giorno dopo giorno. Ad Aversa una coalizione - quella di destra - ha vinto le elezioni con larghissima maggioranza e, quindi, al primo colpo. I partiti e i politici vincitori hanno fatto il governo. I partiti ed i politici vincitori e di governo dopo un po' di tempo, però, si sono "bloccati". Vano è stato ogni tentativo di "sbloccare" il blocco che aveva bloccato i partiti ed i politici vincitori e di governo. E così i partiti ed i politici vincitori e di governo, irrimediabilmente bloccati, si sono salvati con una fantasiosa invenzione: cedere le poltrone del governo a tecnici, a non politici,con il proposito di riprendersi le poltrone non appena il blocco che aveva bloccato il governo si sarebbe sbloccato. Sono passati mesi e, incredibile a dirsi, il blocco ancora persiste e non si sblocca, sicchè i partiti ed i politici vincitori e di governo continuano ad essere bloccati. Nel frattempo i partiti ed i politici vincitori e di governo non hanno fatto altro che scalpitare ed hanno messo il broncio ai tecnici, anzi li hanno crocifissi dopo una lunga via crucis di critiche e polemiche. Poveri tecnici! Tali tecnici, difatti, venuti, gentilmente, in soccorso dei partiti e dei politici bloccati, si sono, poi, visti "picchiare" selvaggiamente dagli stessi, rabbiosi, furenti per il blocco provocato, ma non sbloccabile nonostante "interpartitici" su "interpartitici". Ma perché i partiti ed i politici vincitori e di governo si sono bloccati? A cagione di diversità di Progetti di Città? Macchè, per un problema ben più serio, ben più importante, ben più "elevato", per il problema, cioè, di quante poltrone spettano a me e quante poltrone spettano a te. Conclusione? Poveri cittadini! Hanno votato partiti e politici che pensano solo alle poltrone. Che non governano. Che chiamano in aiuto altri - non politici - quando fa comodo. Che sono, però, pronti a buttare a mare quei non politici che li hanno salvati non appena raggiunto l'accordo sulle poltrone spettanti a ciascuno. Che non hanno Progetti di Città. Che non sanno nemmeno cos'è la progettazione. Che sanno solo contare...le poltrone proprie e quelle degli altri. E nel frattempo? Nel frattempo andiamo avanti. Qualcuno protesta. I più sopportano. Vinti dalla rassegnazione. Dalla necessità di guadagnare il pane quotidiano. Dall'abitudine a tutte le peggiori cose possibili, cominciando dalla mondezza. E coasì sia. Ammenne.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione