Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 12.07.12 19:07.

L'articolo precedente è
Roma / XX Festival Sete Sois Sete Luas, 16 al 19 luglio, Piazza San Pietro in Montorio.

Il prossimo articolo è
Pascarola | Luglio 2012: eventi dell'Associazione Non Basta Un Sorriso Giovanni Sparaco.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« Roma / XX Festival Sete Sois Sete Luas, 16 al 19 luglio, Piazza San Pietro in Montorio | Pagina principale | Pascarola | Luglio 2012: eventi dell'Associazione Non Basta Un Sorriso Giovanni Sparaco »

UNISCAPE e il network di Università per la Convenzione Europea sul paesaggio Alessandro Ciambrone

u.jpg

UNISCAPE è il network di Università che sostengono la diffusione e l'applicazione dei principi della Convenzione Europea sul Paesaggio, siglata a Firenze nel 2000 e divenuta operativa nel 2004. L'obiettivo è di rinforzare la cooperazione interdisciplinare fra le Università europee particolarmente interessate alle tematiche del paesaggio, specialmente nel campo della ricerca e dell'educazione. Il network è attualmente costituito da 53 membri provenienti da 13 Paesi. Il Dipartimento di Architettura Luigi Vanvitelli della Seconda Università di Napoli, diretto dal prof. Carmine Gambardella, è membro fondatore di UNISCAPE, grazie all'interessamento della prof. Jolanda Capriglione, docente e delegata SUN, nonché Presidente del Club UNESCO di Caserta.  >>>>

 

Studenti, dottorandi, ricercatori e docenti del Dipartimento di Architettura d'Aversa partecipano attivamente al vivace dibattito culturale internazionale che si è innescato grazie alle prime tre edizioni dei Seminari di Careggi (sede operativa di UNISCAPE, villa Medicea) che si sono svolti a Firenze, dal titolo: i) "partecipazione pubblica nella progettazione paesaggistica" (10 novembre 2011); ii) "i paesaggi rurali" (16 aprile 2012); iii) "il ruolo del paesaggio sonoro in una prospettiva bio-culturale" (14 giugno 2012).

 

Fondamentale il dibattito sul paesaggio in Italia, il Paese con il più alto numero di siti Patrimonio Mondiale protetti dall'UNESCO - ben 47 - e di riferimento per tutti gli Stati al mondo nel campo della legislazione per la tutela e valorizzazione dei beni culturali e naturali.

 

Purtroppo però, negli anni successivi alla II Guerra Mondiale, le politiche di pianificazione paesaggistica e territoriale, lontane dalla partecipazione pubblica nel processo di planning e gestionale, non sono state all'altezza delle proprie potenzialità. Conseguenza: un'inevitabile deterioramento diffuso dei paesaggi italiani, una volta meta privilegiata nei Grand Tour di intellettuali e visitatori stranieri. Il paesaggio come «un'area così come percepita dalle popolazioni» (Convenzione Europea del Paesaggio) presuppone invece proprio il coinvolgimento delle collettività locali nei processi di tutela e modificazione del territorio. In tale logica, si reputa che le basi per ogni progetto siano legate a una conoscenza pluridisciplinare e multidimensionale del paesaggio, che non coinvolga solo la vista - come unico elemento di lettura estetico - ma tutti i sensi in un processo cognitivo teso alla riscoperta degli elementi materiali e intangibili che hanno caratterizzato la cultura del luogo. La proposta operativa è il risultato quindi di una conoscenza approfondita che deve essere condivisa non solo dagli addetti ai lavori e dalle Università, ma soprattutto dalle popolazioni locali per divenire progetto e processo collettivo.

 

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione