Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 30.10.14 15:36.

L'articolo precedente è
Nunca dejare de ser esa niña pequeña... Ines Escribano.

Il prossimo articolo è
Ultima notte d'estate Francesco Privitera.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« Nunca dejare de ser esa niña pequeña... Ines Escribano | Pagina principale | Ultima notte d'estate Francesco Privitera »

Il treno verso nuovi colori Fiorella Cannavacciuolo

Treno.jpg

Aveva portato con sé solo l`indispensabile, sentiva l`esigenza di voler chiudere definitivamente con il passato, neanche una foto.

A 39 anni era difficile ricominciare una nuova vita, non c`era incoscienza bensì la consapevolezza che sarebbe stato un salto nel buio.I suoi fratelli avevano cercato invano di dissuaderla,"Non si lascia il certo per l`incerto" le avevano detto, ma qualunque difficoltà ed incertezza sarebbe stata preferibile e meno dolorosa di quel senso di vuoto e solitudine che ormai si era impossessato di lei da lungo tempo.

Claudia con gli occhi chiusi ascoltava musica dagli auricolari, cercava di controllare l`ansia che nelle ultime settimanele causava notti insonni. Fino ad un mese prima si sentiva la donna più felice della terra, felicemente sposata con l`amore della sua vita, insieme dagli anni del liceo, poi la stessa scelta universitaria e insieme anche nel lavoro, nella gestione di una farmacia tutta loro. Luigi era un uomo simpatico, allegro, molto protettivo nei confronti di Claudia, amava stupirla con sorprese ed era felice quando la vedeva sorridere. Quando lei gli comunicò di aspettare un bambino, impazzi dalla felicità, telefonava a tutti per dare la lieta notizia e le regalò un bellissimo anello con uno zaffiro, blu come i suoi occhi le disse. >>>continua>>>

Luigi seguiva con molta premura la gravidanza di Claudia, l`accompagnava ad ogni visita medica e cercava di risparmiarle qualunque affaticamento.

Superato il quarto mese di gravidanza, il ginecologo consigliò Claudia di fare un`amniocentesi per escludere qualunque dubbio circa le condizioni di salute del feto.

Quello che accadde nelle settimane successive sortì l`effetto di un uragano che travolse la giovane coppia, stravolgendo ogni equilibrio. La telefonata del ginecologo arrivò in un pomeriggio mentre Claudia e Luigi erano impegnati in farmacia, chiese loro di incontrarli al  più presto allo studio e lì fuemesso il verdetto.. il bambino era affetto da sindrome di down.

Luigi si chiuse in un inquietante mutismo, Claudia incredula e disorientata non riusciva a connettere.  Tanti sogni, tanti progetti cancellati tutti in un solo istante.

Una notte Luigi raccolse tutto il coraggio che aveva e si decise a parlare. Spiegò a Claudia che non c`era tempo per titubare, l`aborto terapeutico era l`unica soluzioneed avevano pochi giorni di tempo. Non c`era altro da fare, quel bambino avrebbe avuto un`esistenza infelice, emarginato da tutti, e loro da genitori sarebbero stati condannati alla solitudine, tutti avrebbero preso le distanze da loro, nessun invito più ad una festa,strette di mano frettolose, frasi di circostanza, lampi di commiserazione. Luigi era terrorizzato dal futuro e non si sentiva all`altezza di un compito cosi difficile. L`aborto era l`unica soluzione, avrebbero dimenticato in fretta quella brutta esperienza ed avrebbero presto avuto un altro bambino, sicuramente sano.

Claudia ascoltò in silenzio il discorso del marito. Restò sveglia tutta la notte con una mano sulla pancia. "Piccolo mio, come farò a trovare il coraggio di combattere da sola? Ti voglio già bene perché sei il mio frutto. Ti proteggerò, nessuno dovrà ridere di te, nessuno dovrà compatirmi. Perdona il tuo papà, non è un mostro, ha solo paura di te, paura di non avere la forza di accettarti. Ho paura anch`io, piccolo mio, non del mio amore ma di chi non riuscirà ad amarti, di chi si girerà dall`altra parte inorridito dalla tua diversità...ma sei tu la mia forza, insieme, io e te ce la caveremo".

Claudiasi era informata di una struttura al nord che poteva aiutarla dal momento della nascita del suo piccolo e l`avrebbe guidata nella sua crescita per offrirgli una vita dignitosa.

Luigi aveva rinunciato a lei e al bambino.

Era ormai sera quando il treno arrivò a destinazione. Le due donne si alzarono e lasciarono il treno. Uno scambio di sguardi sfuggente ed ognuna delle due si incamminò verso il proprio destino, sicure di non incontrarsi mai in futuro.... Ignoravano le due donne che un giorno si sarebbero ritrovate, Rosy sarebbe stata l`insegnante di quel piccolo angelo che sarebbe venuto presto al mondo.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione