Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 02.10.15 11:18.

L'articolo precedente è
"La notte di Plinio": performance di archeologia, luci e teatro negli Scavi di Ercolano venerdì 2 e domenica 4.

Il prossimo articolo è
Acerra: "Storie di Pulcinella" Anna Dello Margio.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« "La notte di Plinio": performance di archeologia, luci e teatro negli Scavi di Ercolano venerdì 2 e domenica 4 | Pagina principale | Acerra: "Storie di Pulcinella" Anna Dello Margio »

Premio Civitas, al via la 19esima edizione C. S. Caterina Piscitelli

Civitas.jpg

Conto alla rovescia per il Premio Civitas che per la sua 19esima edizione punta alle "stelle" dello spazio, del cinema e del teatro. "Stellati" sono i premiati del 2015 - l'astronauta Samantha Cristoforetti, il regista Giuseppe Gaudino e il direttore teatrale Franco Dragone - che domenica 4 ottobre al Teatro San Carlo diventeranno ambasciatori del patrimonio artistico, paesaggistico e culturale di Pozzuoli nel mondo. Nomi che vanno ad aggiungersi alla lunghissima lista di personalità trasformate nel tempo in testimonial del Civitas, da Sophia Lorena Tilda Swinton, da Lucio Dalla a Dante Ferretti (www.premiocivitas.it). >>>>

Presentato stamattina al Massimo napoletano alla presenza della Sovrintendente Teatro San Carlo Rosanna Purchia, il direttore artistico Paolo Lubrano, il Capo Dipartimento Cultura Regione Campania Antonio Oddati, il consigliere alla presidenza della Regione Campania con delega alla Cultura Sebastiano Maffettone, l'assessore alla cultura del Comune di Pozzuoli Francesco Fumo, e l'archittetto Filippo Cannata.  

"Siamo entusiasti di scommettere per il 2015 su tre ambasciatori di prestigio" spiega Paolo Lubrano, produttore del Premio. "Iniziamo con Samantha Cristoforetti, napoletana d'adozione per i fondamentali anni di formazione trascorsi all'Accademia Aeronautica di Pozzuoli e alla Federico II. Una donna che lo scorso gennaio ci ha commosso dedicando alla scomparsa di Pino Daniele una fotografia del golfo di Pozzuoli, scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale. E proseguiamo con Giuseppe Gaudino, puteolano di nascita e protagonista in queste settimane del successo del film 'Per amor vostro'. E ancora con il direttore teatrale Franco Dragone, genio del Cirque du Soleil che ha esportato all'estero il suo sofisticato talento da campano con un pubblico complessivo di più di 85 milioni di persone. Un tris di eccellenze che ci rende profondamente orgogliosi. La serata prevista all'antico Macellum, il Tempio di Serapide di Pozzuoli, per le avverse condizioni meteorologiche si sposterà al Teatro San Carlo. Sarà ugualmente una festa straordinaria per i cittadini di Pozzuoli e non solo".

I tre premiati riceveranno il Civitas 2015 realizzato dall'artista Lello Lopez (www.lellolopez.it) che ha creato per l'occasione un'opera originale, ispirandosi alle suggestioni singolari della sua arte: una mano d'acciaio coperta da una stella marina.

Con una sorpresa archeologica: il Premio Civitas sta lavorando per realizzare un innovativo impianto d'illuminazione installato nel Macellum da donare alla città con la Regione Campania, il Comune di Pozzuoli e la Sovrintendenza Archeologica. Firmato dall'architetto Filippo Cannata, il progetto propone un sistema di luci artistiche che regaleranno una suggestiva e sostenibile veduta notturna dei resti di uno dei più importanti e antichi mercati romani, dopo quello di Roma e Capua. Obiettivo: far emergere al meglio l'immagine del sito, noto come Tempio di Serapide, e favorire il turismo. "Il Premio Civitas - sottolinea Lubrano - è da sempre rivolto alla promozione del territorio dei Campi Flegrei e quest'anno risponde all'appello del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, destinando un investimento cospicuo alla valorizzazione di un bene culturale d'impatto internazionale. Attraverso dei corpi illuminanti a sorgente LED, a garanzia di un'illuminazione sostenibile, ridisegneremo la fisionomia originale del sito archeologico, esaltando le caratteristiche e i punti attualmente in ombra del Macellum".

 Il Premio Civitas consolida anche per il 2015 la consueta sinergia con il Teatro San Carlo: il Massimo partenopeo arricchisce l'evento con una speciale replica del "Don Pasquale", dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti (1797 - 1848) su libretto scritto a quattro mani con Giovanni Ruffini. Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro stabili, il direttore d'orchestra americano Chrisopher Franklin per lo storico allestimento firmato da Roberto De Simone, le scene di Nicola Rubertelli e i costumi di Zaira De Vincentiis.

La diciannovesima edizione conferma la vocazione internazionale del Premio non solo con la scelta di testimonial di ampio seguito ma soprattutto attraverso intese che superano i confini italiani. Il Civitas 2015 gode del sostegno della WARP (World Association Russian Press), che rappresenta più di 300 fra testate ed emittenti radio-televisive che trasmettono in lingua russa, e dell'RBN (Russian Broadcasting Network), una delle maggiori società di comunicazione in Russia e nel mondo con proprie emittenti televisive, radio, giornali, agenzie di stampa: canali che raggiungono le comunità russofone presenti in 180 paesi. Una cooperazione che porta un Premio nel Premio: la Città di Pozzuoli ospiterà, grazie al Civitas, la quarta edizione del Premio Lermontov, istituito dalla Fondazione Lermontov, presieduta da Vanina Zaccaria, e dall'Istituto di Cultura Russa M. Lermontov, presieduto da Carmine Zaccaria, con l'obiettivo di unire, spiritualmente e artisticamente, l'Italia e la Russia. Il Lermontov 2015 sarà assegnato al Teatro San Carlo.

In programma sabato 3 ottobre un'anteprima del Premio Civitas all'Art Garage di Pozzuoli (Parco Bognar, 21):"Face to face", incontro alle 10.30 aperto a tutti i danzatori professionisti con la coreografa Asun Noales (previa prenotazione: info@artgarage.it) e "Polvo - Polvere", spettacolo alle 19.30 della compagnia spagnola Oltradanza per la regia e la coreografia della Noales. Il Premio Civitas 2015 è realizzato con il patrocinio del comune di Pozzuoli, della Regione Campania, della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Campania e grazie al sostegno di Prysmian Group, Prysmian Draka, Pit Stop R-M, NetCom Group, Biores, Gruppo Isaia, Manuntencoop, Ricicla Eco-Solutions.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione