Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 21.05.16 00:32.

L'articolo precedente è
Candidati a sindaco di Aversa "in concert" a Palazzo Parente.

Il prossimo articolo è
Candidati a sindaco di Aversa "in concert" a Palazzo Parente: prossimo incontro con Maria Grazia Mazzoni.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« Candidati a sindaco di Aversa "in concert" a Palazzo Parente | Pagina principale | Candidati a sindaco di Aversa "in concert" a Palazzo Parente: prossimo incontro con Maria Grazia Mazzoni »

Si scrive "TTIP - Transatlantic Trade and Investment Partnership" si legge ThinTrap for Innocent People-Sottile trappola per gente innocente Silvia Dalfelli

Ttip berlino 2.jpg

Sto parlando dell'ormai notoTransatlanticTrade and Investment Partnership o Ttip, il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti,che ormai imperversa sul web dal 2013. Non lo voglio, di certo,raccontare.....esistono migliaia di siti dai quali poter attingere informazioni dettagliate a riguardo, e non lo voglio del tutto demonizzare, ci saranno due o tre punti, sui 24 capi di cui è composto, che probabilmente potrebbero avere un riverbero positivo in futuro. Quello che voglio fare, sintetizzando al massimo il senso di questo accordo, è una semplice riflessione finalizzata a metterci in guardia. Il Ttip avrebbe avuto origine dall'esigenza molto "umanitaria" di apportare una serie di benefici al commercio mondiale e quindi all'intera comunità mondiale, attraverso l'abolizione delle dogane tra USA e UE. Peccato che.....fatta la legge trovato l'inganno. Qual è il rischio più grande che vedo e che ho intravisto fin da subito.....appena fioccavano petizioni telematiche contro tale accordo.....beh direi.....la nostra salute e quella dei nostri figli!  >>>continua>>>

E la nostra salute è troppo importante, perché, se noi non siamo in salute, come facciamo ad essere di supporto ai nostri figli....oppure potremmo trovarci......per carità.....nella necessità di assistere una persona ammalatasi "grazie anche" al Ttip. Quello che mi dà coraggio è vedere che migliaia di tedeschi hanno deciso di scendere in piazza e ribellarsi "finalmente" al potere centrale. E così hanno fatto anche i francesi..... Purtroppo, tutto questo potrebbe non bastare.....la volontà delle persone non sempre riesce a modificare gli avvenimenti ineluttabili. Si, perché questo accordo prima o poi sarà ratificato. Forse, solo le "elezioni politiche" possono salvarci o solo ritardare gli eventi.......ah, finalmente la politica servirebbe a qualcosa! Ma vi rendete conto? L'America che non ha la benchè minima idea del significato della parola "Cibo", infatti, in campo alimentare, ha puntato tutto sulla produzione di OGM (organismi viventi che possiedono un patrimonio genetico modificato tramite tecniche di ingegneria genetica), dovrebbe portare in Europa i suoi prodotti. Come se non bastassero le "correzioni" che già facciamo a casa nostra con antibiotici, ormoni ed esperimenti vari..... Ad ogni modo, in America esiste una vera e propria tirannia a riguardo. Le più grandi multinazionali produttrici di sementi impongono agli agricoltori/allevatori le loro regole e i loro semi - pena? La fuoriuscita dal mercato, non puoi più lavorare, quindi, mangiare! Eppure, questi benedetti americani di oggi non sono altro che gli europei colonialisti di tanti anni fa!!  Sicuramente fra i loro antenati ci scappa pure qualche italiano.... Ora, la questione è davvero seria, sapete perché? Perché quando gli americani decidono di fare una cosa, magicamente tutti sono d'accordo, anche a discapito della propria salute. Dicono, nel Trattato, che si creeranno due mercati paralleli, quello europeo e quello americano e ci verrà concesso il libero arbitrio di "scegliere", di decidere cosa scegliere. Meraviglioso!! Ci credete? Io no. Non è mai stato così.....in maniera molto silenziosa e pacifica, quasi accattivante, ci guidano e ci condizionano in tutto. Quanto ci scommettete che fra un po' i prodotti americani saranno talmente convenienti che gli stessi produttori/distributori italiani avranno vita e guadagno facile nel propinarceli magari con un bel marchio italiano. Si perché, per la legge italiana, basta che un solo processo di lavorazione sia eseguito sul territorio nazionale e le aziende possono dichiarare l'originalità del prodotto.....come è avvenuto per i prodotti cinesi. E i controlli? Direte voi.... I controlli italiani sono quelli più affidabili e ferrei di tutta l'Europa, come potrebbero truffarci.... Beh, consentitemi di ipotizzare che forse qualcosa cambierà. Ho paura, ma dovremmo averne tutti......ma non una paura bloccante.....bensì, una paura che aspetta solo di trasformarsi in rabbia e quindi in azione. Per ovviare a questo problema, ognuno di noi dovrebbe possedere un piccolo orticello e dedicarsi ad una coltivazione ad uso personale adatta alla sussistenza familiare. E qualche fortunato, beato lui, esiste! Ma tutti gli altri? Vi sembra realistico? A me non molto. Siamo troppo presi, anzi direi stravolti, dai giochini che ci mettono a disposizione. Abbiamo facebook, i talent show, le anteprime sui vip, i serial televisivi....i cellulari che ormai fanno anche il caffè, le app che ci dicono come camminare e cosa pensare.....insomma, abbiamo tutto quello che si può umanamente desiderare....giusto? Il mio tono sarcastico sottintende una certa ritrosia verso questa splendida tecnologia. Ma credetemi, non ho nessuna intenzione di demonizzare la tecnologia, se solo avessimo la lucidità di utilizzarla a nostro beneficio. Se solo avessi un megafono super tecnologico in grado di raggiungere tutte le terre del mondo, se solo potessi tradurre le mie parole in tutte le lingue del mondo, se solo potessi abbracciarVi tutti in un solo istante e chiedervi di aprire gli occhi e cominciare finalmente....a Vivere!

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione