Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Editoriali
Non dimenticare il 29 Ettore Del Giudice, professore facoltà Ingegneria di Aversa

Questa notte ho fatto un sogno; ho sognato le stelle e mentre vagavo nel buio siderale mi ha folgorato un’idea sconvolgente. Immaginiamo che per un’improvvisa magia si arresti il loro eterno vagare e che siano immobili nell’ultima posizione raggiunta. Dopo un tempo infinitesimale darebbero inizio ad un moto di avvicinamento  sempre più rapido in cui le sfere più piccole, collidendo, creerebbero sfere più grandi che, incontrandosi con altre, ne creerebbero di nuove fino a raggiungere una sola grande sfera, contenitore unico di tutta la massa. >>>>

Continua a leggere >>>

Editoriali
Fare qualcosa contro il Sistema? Si, per esempio L’Eco… Antonio Santi

quadro 02.jpg

Ultimamente mi lamento in continuazione. Ce l’ho col Sistema. Lamentarsi di quello che non va è, in un primo momento, liberatorio e semplice, ma, poi, non basta. Dopo un po’ si sente, difatti, la voglia, la necessità di fare qualcosa, di ribellarsi. Ci si domanda, allora, cosa si potrebbe fare di concreto per non morire (accadimento certus an, incertus quando) con il peso della colpa di avere vissuto nell’obbedienza e nel conformismo. Nel colore bianco di chi nulla dice per non mettersi contro il Sistema in base a ragioni di opportunismo pragmatico o cecità intellettuale. >>>>

Continua a leggere >>>

Editoriali
La stanza del poeta Maria Luisa Coppola

Sfogliare un giornale, specialmente tramite il web, dà il senso dello smarrimento assoluto. Troppo tristi i nostri giorni, troppo stressanti le nostre giornate lavorative per poter leggere senza ulteriore affanno quel che ci sommerge a valanga: delitti, violenze, soprusi ed inenarrabili sciagure naturali. Come non sentire il cuore oppresso da tanto dolore? Ma la vita continua, il tempo fugge, scivola dalle nostre esistenze che rischiano di appiattirsi, lasciando in un remoto spazio quel che, invece, dovrebbe occupare per lo più il nostro essere… “Alle fronde dei salici” i poeti hanno appeso le cetre? Strano a dirsi, ma non è così: giovani poeti accarezzano il cuore con la leggiadria dei loro versi, grandi poeti continuano a trovare ispirazione pur nella tempesta dei sentimenti e vivono in una vita riservata ma ricchissima la Bellezza dei sogni, quelli veri, per i quali ancora è bello vivere. E’ un onore per la redazione de L’Eco ospitare le voci dei poeti, pubblicare le loro elegie, perché attraverso le loro rime possiamo aiutare i nostri lettori a voltare pagina, ad estraniarsi dal grigiore della quotidianità, regalando sogni a volontà. Da questo numero, si apre “La stanza del poeta” : grazie a tutti i poeti, in particolare all’amico Vincenzo Diana  il quale ci avvierà sul sentiero della Bellezza porgendoci le gemme della sua preziosa collana.

Editoriali
Per un'”Aversa diversa 1° Cultura 2° Turismo” Maria Luisa Coppola

quadro 02.jpg
Invito PDF convegno Turismo culturale ad Aversa si può fare.pdf

E’ la manifestazione che l’Ass. Aversaturismo ha indetto per domenica 13 maggio, di cui sono venuta a conoscenza da un’email del console del TCI Sergio D’Ottone. Dell’antica frequenza con cui a Palazzo Parente molti anni fa  si dibatteva, con altri numerosi amici interessati ad un rilancio del Turismo nella nostra città, ho un ricordo vivido e molto chiaro: eravamo scontenti della politica normanna, dell’indifferenza con cui si è lasciato all’oblio del tempo un patrimonio ricchissimo che in altri Comuni sarebbe considerato un fiore distinto all’occhiello. >>>>

 

 

Continua a leggere >>>

Editoriali
Sport e Cultura per diventare Grandi Andrea Scaglione, direttore responsabile de il nuovo L’Eco di Aversa

Ho accettato la Direzione dell’Eco di Aversa con lo spirito di un prete che parte per la Missione. I terrori in cui si va in missione, solitamente, sono territori difficili, in cui chi va cerca di portare innovazione ma spesso finisce per fare esperienza con chi sta. Mi sento come il prete alla missione, perché come quel prete appartiene alla Chiesa, intesa come l’assemblea del potere Vaticano, e da essa si vuole distinguere con l’impegno, l’intellettuale appartiene al Salotto, inteso come assemblea dei vani propositi, e da esso mi vorrei distinguere. Troppo spesso nel Salotto si dibatte, si prende posizione, ci si indigna, ma tutto finisce con uno sfogo fra amici, salutare per la psiche ma infecondo per la comunità. Un po’ di sano impegno civile, attraverso la Direzione dell’Eco di Aversa, mi darà forse l’occasione di portare qualche idea nuova e spero mi dia l’occasione di accrescere la mia esperienza, umana e professionale, bagnando i miei panni in acque ricche ma tumultuose. >>>>

Continua a leggere >>>

« Nuovi articoli

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Google Analytics
Amministrazione