Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Salute
Il tempo delle mele Daniela Marcolongo

mele 2.jpg

Costituite per l’84-88% da acqua, sono un
valido alimento per l’approvvigionamento giornaliero dell’organismo umano che
necessita di almeno 1 lt di acqua al giorno. Le mele contengono una buona
percentuale di
vitamina
C
che, trasportando l’ossigeno, consente la respirazione
cellulare. Le mele contengono inoltre quercitina, un bioflavonoide con potere
antiossidante che protegge i polmoni. 

>>>>> 

Mele, alleate di Intestino, cervello,
cuore, polmoni, denti.

Lavatele bene, ma evitate di sbucciarle: la fibra insolubile si
concentra soprattutto nella buccia e ha una funzione anti stipsi pari a quella
della crusca, alimento grezzo in grado di facilitare il transito
intestinale. 

Curiosità sulle mele

Protagoniste di racconti mitologici (la guerra di Troia, Ercole
nel giardino delle Esperidi), biblici (Adamo ed Eva), fiabeschi (Biancaneve e i
sette nani), storici (la famosa sfida di Guglielmo Tell), aneddoti scientifici
(Newton e la legge di gravitazione universale), le mele sono anche protagoniste
di varie pellicole:

Il tempo delle mele, film francese del 1980 diretto da
Claude Pinoteau, esordio cinematografico di Sophie Marceau nei panni e nei pattini
di Victoire “Vic” Berreton;

La mela, prima opera di Samira Makhmalbaf,
figlia del famoso regista iraniano Mohsen Makhmalbaf.

Le regole della casa del sidro, film diretto da
Lasse Hallström, tratto dall’omonimo romanzo di John Irving che ha per protagonista
un giovane orfano cresciuto da un medico che diventa raccoglitore di mele e
scopre l’amore nella fattoria presso cui presta servizio.

Una mela famosa è anche quella stampata su tutte le copertine
del primo libro della saga di Twilight che ha per protagonisti la giovane e
innocente Bella e il vampiro tenebroso Edward

Una classico in cucina: strudel di mele

Vi occorre della pasta rapida non lievitata che userete come
base, oltre ai seguenti ingredienti (per 6 persone): 1 kg di mele, 100 g di
burro, 2 cucchiai di pangrattato finissimo, uvetta sultanina, mandorle, buccia
di limone, marmellata, zucchero in polvere, zucchero a velo.

Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele in fettine
sottilissime. In una padellina fate rosolare la metà del burro e il pane
grattato. Stendete la pasta con le mani alla massima sottigliezza su una
tovaglia infarinata, ungete la pasta del burro liquefatto e disponeteci sopra
le mele affettate. Spargetevi sopra il pangrattato fritto, aggiungete uva
sultanina, qualche mandorla sbucciata e tritata, un po’ di raschiatura di
limone, qualche cucchiaio della marmellata che preferite e spargete dello
zucchero.

Sollevate
un lembo della tovaglia su cui avrete steso la pasta e arrotolate pian piano lo
strudel su se stesso, servendovi solo della tovaglia e non delle mani.
Otterrete una sorta di salsicciotto che dovrete schiacciare alle due estremità
per rinchiudere bene il ripieno e impedirgli di uscire.
Imburrate
una teglia e, sempre aiutandovi con la tovaglia infarinata, fatevi scivolare lo
strudel, dandogli la forma arrotolata. Lucidate il dolce con burro liquefatto e
tenetelo in forno a medio calore per circa 1 ora. Spolverate con zucchero a
velo e servite.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Google Analytics
Amministrazione