Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Attualità
Cercate di ricordare… Antonio Santi

Andrete a votare, Aversani, per eleggere coloro che dovranno decidere il Futuro dei vostri figli e nipoti. Ed allora cercate di ricordare, tentando di superare l’abitudine che si fa anche al “brutto”, tutto le infinite cose che non vanno e che costringono molti giovani, quelli ancor  “vivi” dentro ed incapaci di accontentarsi di un lavoro senza infamia e senza lodo da raccomandati, ad andare lontano, all’estero ed ivi portare la propria competenza professionale. Ricordatevi dentro l’urna…Ricordatevi della sporcizia che invade le strade (un esempio: la via tra vecchio Artistico e un tempo Ancelle); della situazione in cui versano i Pronto Soccorso; delle strade sgangherate, a gruviera, che fanno bucare le gomme delle auto (un esempio: io, con la mia Smart, ho spaccato quelle, nuove di zecca, del lato passeggero nella “mulattiera” che congiunge Giugliano ad Aversa passando dietro l’Ospedale) e distruggere ammortizzatori e sospensioni; dell’assenza ab immemore di un Progetto di Città; dell’abbandono in cui versa il centro storico che ha il perno più importante nella Via Drengot; dello stato indecente in cui continua a restare, ad esempio, Piazza Mercato alla quale basterebbe dedicare almeno una (poco costosa) pavimentazione in cemento più qualche albero e panchina; del triste business della movida che ha riservato nel tempo molti episodi di violenza assai poco edificanti; del degrado che ci circonda quotidianamente, fatto di sgarrupatorio, abbandono, sporcizia; del quasi insignificante utilizzo del patrimonio culturale cittadino a cominciare da Cimarosa e Jommelli (ad esempio, WANTED Distretto Turistico); dello stato in cui versano molte scuole nonostante i giovani rappresentino il Futuro; delle differenze, in termini di qualità di vita, che distanziano, nonostante ogni campanilismo comprensibile ma inutile, il nord dal sud (si consultino, al riguardo, le ricerche, con dati oggettivi alla mano, compiuti da Il Sole 24 ore). Ricordatevi di tutto quanto appena abbozzato sin qui soprattutto in questa tornata elettorale dove il salvataggio della “poltrona” per i professionisti della Politica sembra essere l’unica preoccupazione; sui giornali, difatti, i soliti nomi quotidianamente inscenano il gioco delle parti (leggasi movimenti, liste, accordi) senza nessuna preoccupazione vera per un progetto di Futuro. Ed è proprio in questa situazione che bisogna ricordare. E comportarsi di conseguenza. Anche l’annullamento del voto (non la scheda bianca) potrebbe costituire un partito e meritare una riflessione circa l’opportunità o la necessità. Ancora una volta gli “illuminati” (chi?) sono rimasti fuori dai giochi (forse non conviene minimamente “entrare” nell’agone col rischio di “perdere” qualcosa). E la borghesia, immobile, sembra continuare ad accontentarsi di mantenere a lucido casa (la proprietà privata) facendo restare le scarpe, che camminano nella sporcizia cittadina, all’ingresso dell’abitazione. E la Santa Romana? Si adatta. Come opportunisticamente ha sempre fatto nella Storia. Quando, invece, avrebbe il Dovere di cacciare i mercanti dal  Tempio.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Google Analytics
Amministrazione