Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 28.05.07 11:31.

L'articolo precedente è
"L'accordatore di destini" di Salvio Formisano a cura Libreria Guida Capua.

Il prossimo articolo è
SAN NICOLA LA STRADA - Il 29 maggio incontro con Mimmo Liguoro di Ludovico Del Santo.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« "L'accordatore di destini" di Salvio Formisano a cura Libreria Guida Capua | Pagina principale | SAN NICOLA LA STRADA - Il 29 maggio incontro con Mimmo Liguoro di Ludovico Del Santo »

PRESENZANO - Di scena gli allievi-artisti della scuola I.S.I.S.S. G. Marconi di Vairano Scalo (c.s. di Elpidio Iorio)

moda.jpg“Una crociera da sogno”, ovvero un viaggio alla scoperta dell’arte del ben vestire e della cultura artigianale per realizzarla. Sabato 26 maggio 2006 gli “allievi - artisti della moda” della scuola I.S.I.S.S. “G. Marconi” di Vairano Scalo, hanno presentato una speciale collezione di abiti progettati, realizzati ed indossati da loro stessi. Lo spettacolo di moda e cultura si è tenuto a Presenzano in Piazza Margherita che per l’occasione si è trasformata in una immensa passerella funzionale alla messa in scena di autentici capolavori sartoriali che fanno dell’istituto scolastico di Vairano, di cui è dirigente Anna Di Cristinzi, un riferimento unico in questo settore.

Gli allievi con passione e abnegazione rinnovano una tradizione che ci viene tramandata da generazioni: la ricercatezza dell'arte sartoriale di alta qualità, il gusto e la tecnica. Alle regole antiche dell'arte sartoriale, accuratamente studiate, gli allievi oggi uniscono le moderne tecniche produttive, con continua ricerca di nuove tecniche e materiali migliori, il controllo della qualità di ogni singolo capo, la cura maniacale dei dettagli. Gli aspetti organizzativi dell’evento sono stati seguiti con particolare attenzione da un gruppo composto da docenti, esperti e tecnici (Paolo Longo, Lorenzo Di Giglio, Pietro Cavaso, Pina Faella e Barbara Piccirillo). Mentre i lavori del laboratorio di moda, sono stati coordinati nell’arco dell’intero anno oltre che dai docenti anche da un esperto esterno di straordinaria bravura: lo stilista atellano Antonio Pellino. Questi da oltre un trentennio lavora nel settore della moda sartoriale con grande dedizione e professionalità, così come testimoniano le sue produzioni distribuite in tutto il mondo e raccolte un po’ ovunque in mostre – collezioni che hanno riscosso il plauso di molti protagonisti della moda internazionale. Tra questi Emanuel Ungaro che, in un recente incontro, ha rivolto parole di vivo apprezzamento per l’abilità e l’originalità creative dello stilista di Terra di Lavoro. Su una prestigiosa rivista di settore si legge: “Forbici, ago e filo. Con questi semplici strumenti Pellino, erede di una tradizione che risale ai tempi della corte borbonica, crea abiti che esprimono la cultura e l’eleganza della scuola sartoriale napoletana. Una delle storie che hanno reso l’Italia famosa nel mondo”. Articolato e ricco di sorprese il calendario della serata, che sia è avvalso anche del patrocinio dalla Provincia di Caserta e del Comune di Presenzano. Durante l’evento: premiazione del concorso “Moda e Modi”; intervento musicale dell’allieva Vincenza Zanni accompagnata dai professori Antonietta Mastrocinque e Antonio Capezzuto; buffet composto da prodotti tipici di Terra di Lavoro offerto dalla “Masseria Cardilli”.

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione