Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi
Pagina non trovata – Il nuovo "L'Eco di Aversa"
 

Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Sorry, no posts matched your criteria.


www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Informazioni sull'articolo

Questa pagina contiene un singolo articolo inserito il 20.02.09 00:03.

L'articolo precedente è
Periscopio. Febbraio 2009 Antonio Santi.

Il prossimo articolo è
Chiesa e Stati, Scienza e Fede uniti dall'esempio di Galileo Viviana Normando*.

Altri articoli sono presenti
nella pagina principale
o negli archivi.


Ricerca un articolo


 

« Periscopio. Febbraio 2009 Antonio Santi | Pagina principale | Chiesa e Stati, Scienza e Fede uniti dall'esempio di Galileo Viviana Normando* »

L'Italia sempre più Patrimonio dell'Umanità Giuseppe Alessandro Ciambrone

UNESCO logo.jpg

L'Italia, la nazione al mondo che ha il più alto numero di siti di interesse storico, architettonico e naturalistico riconosciuti dall'UNESCO "Patrimonio dell'Umanità", ha incrementato il proprio primato in classifica rispetto gli altri paesi.

>>> 

L'8 Luglio scorso, infatti, a Quebec City, in Canada, il comitato dell'UNESCO, riunito nella trentaduesima sessione, ho inserito nella World Heritage List, la Lista del "Patrimonio dell'Umanità", altri 27 siti.

 

Fra questi, i siti italiani di Mantova e Sabbioneta, «eccezionali testimonianze dell' architettura e dell' urbanistica del Rinascimento», e la Ferrovia Retica, che attraversa le Alpi tra Italia e Svizzera.

 

Il numero dei siti UNESCO di "casa nostra" così è passato da 41 a 43, e la lista del Patrimonio Mondiale è passata da 851 a 878 siti, di cui 649 a valenza culturale (edifici storici, monumenti, centri antichi di città), 174 a valenza naturalistica e 25 siti misti, con prerogative sia storiche che naturalistiche.

 

Entrano a far parte della lista stilata dall'UNESCO anche il Monte Titano e il centro storico di San Marino, portando per la prima volta la minuscola Repubblica ad ottenere il prestigioso riconoscimento.

 

Tra i paesi che prima d'ora non avevano mai avuto il «bollino» UNESCO, anche l'Arabia Saudita (con il sito archeologico di Al-Hijr), Vanuatu (con le rovine del re Mata) e Papua Nuova Guinea (con il sito di agricoltura preistorica di Kuk).

 

Il riconoscimento dell'UNESCO è di rilevante importanza per diversi motivi.

 

I siti inseriti nella lista del Patrimonio dell'Umanità sono tutelati da leggi che ne salvaguardano l'autenticità e l'integrità, attraverso, ad esempio, l'individuazione di aree di tutela dove qualsiasi intervento dell'uomo è sottoposto ad autorizzazioni preventive dagli enti preposti.

 

Inoltre i siti UNESCO ricevono una pubblicità internazionale che attira il turismo culturale in forte crescita ovunque negli ultimi decenni. L'isola delle Galapagos, ad esempio, è passata dai 40.000 visitatori nel 1996 ad i 145.000 nel 2006, dopo essere stata inserita nella lista dell'UNESCO attraendo, fra l'altro, numerose fonti di finanziamenti pubblici e privati, nazionali ed internazionali.

 

 

 

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Movable Type Open Source 4.1 - Web Design by ULTRA Studio

Google Analytics
Amministrazione