Archivio articoli

Seguici su:

Scarica l’Eco in PDF!

Vai alla pagina dei downloads

Editoria & CD

Scopri il CD di Domenico Cimarosa e i nostri libri

Enciclopedia di Aversa

L'Enciclopedia di Enzo Di Grazia

Guida turistica breve di Aversa

Guida turistica breve di Aversa

Progetto “Aversa Diversa: 1° Cultura, 2° Turismo”

Progetto Aversa Diversa

Gianguido Taglialatela, chef

Gianguido Taglialatela, chef ristorante Ninco Nanco, Aversa
 

Cultura | Storia
Una libreria davvero magica Mario Schiavone

Ci sono tanti luoghi indefiniti nei libri e altrettanti luoghi meglio conosciuti nella vita vera, ma forse è vero anche il contrario. Io, quando penso alla passione per la scrittura e per i libri, non posso evitare di raccontare che per me tutto è cominciato nella libreria in cui sono cresciuto quand’ero solo un adolescente irrequieto. In quegli anni, poco prima del 2001, vivevo un momento della mia vita in cui ero così ottimista sul mio futuro che credevo di farcela da solo a ogni costo. Poi la notte facevo incubi come quello in cui mi ritrovavo a scortecciare una quercia centenaria a mani nude fino a veder sanguinare le dita. Dopo brutti sogni del genere, per calmarmi, ci volevano giorni. Serviva anche un luogo forte come la dimensione onirica, capace di farmi respirare a pieni polmoni e senza affanno.  Non avevo tanti luoghi in cui stare bene, ma sapevo qual era quello in cui potevo andare subito e trovarmi a mio agio in qualsiasi momento. Quel  luogo era la Libreria Quarto Stato di Aversa, situata in provincia di Caserta.

Continua a leggere >>>

Festival Cimarosa
Piccolo e indipendente Antonio Santi

Le case editrici “indipendenti”, i film messi su da organizzazioni “indipendenti”…l’aggettivo “indipendente” è sempre più in uso e distinguente. A Roma, tanto per fare un esempio, si è svolta, presso l’Eur, una grande mostra riservata ai “piccoli” editori e librai; il successo, in termini di visitatori, è stato enorme. Gli aggettivi “piccolo” e “indipendente” vogliono indicare ogni “parte”, ogni soggetto che sceglie di collocarsi fuori dal Sistema dominante e vincente per “potenza” imbattibile. Come dire? Per spiegare faccio un esempio pur con tutte le relative limitazioni: da una parte stanno i Centri Commerciali, i Golia della situazione; dall’altra parte, invece, stanno i piccoli artigiani, i Davide della situazione, con il loro quasi invisibile “negozietto” costretti a “cavarsela” ogni santo giorno. Continua a leggere >>>

Festival Cimarosa
Presentazione di Nicola Abate, nuovo Direttore Artistico del Festival Cimarosa di Palazzo Parente

L’Artista è nato ad Aversa; ha scoperto la passione per la musica ed il pianoforte a 12 anni. Autodidatta, viene ammesso al Liceo Musicale Statale “Domenico Cirillo” di Aversa dove si contraddistingue per impegno e serietà nello studio musicale e non. Sotto la guida del Maestro Domenico Iadevaia compie esperienze nell’ambito saggistico e partecipa a numerosi concorsi pianistici riportando ottimi risultati. Ha ricevuto un merito artistico per la collaborazione musicale al Premio Nicola e Giuseppina Pagetta. E’ vincitore del medesimo Premio nell’anno 2018 e premiato postumo tra le Eccellenze del liceo nell’autunno 2018. Diplomato a pieni voti frequenta, ora, il Nuovo Ordinamento presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.

Letteratura | Pittura | Fotografia | Musica | Cinema | Teatro
Festival Cimarosa: Nicola Abate in concerto Antonio Santi

Continua il Festival Cimarosa 2018-19, VII Edizione. E’ diventato Direttore Artistico, oltre allo scrivente, anche il pianista aversano Nicola Abate. Sarà, proprio questi, in concerto,  presso Palazzo Parente, il giorno 20 dicembre 2018, dalle ore 19:00. Programma: D. CIMAROSA – Sonata n.9 in Re minore | D. SCARLATTI – Sonata K. 12 / L. 489 in Sol minore | W. A. MOZART – Sonata KV 283 in Sol maggiore | A. CORELLI – Concerto grosso op. 6 n.8 “fatto per la notte di Natale” in Sol minore, arrangiamento per pianoforte di Thomas Billington. Continua a leggere >>>

Attualità
Aversa si schiera al fianco delle donne vittime di violenza Federica Petrarca

Il 25 novembre è la data scelta nel 1999 dalle Nazioni Unite come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in memoria dell’assassinio di tre sorelle avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana. Per l’occasione, molte città italiane, da nord a sud, si sono mobilitate per dire BASTA agli abusi: e hanno  aderito al progetto “La Panchina Rossa”, una campagna nazionale contro la violenza sulle donne attraverso l’utilizzo di particolari arredi urbani. Continua a leggere >>>

Attualità
Passeggiando oltre: il Comune di Aversa è vicino alle disabilità Giorgia Gaia Melucci

Abbattere ogni barriera architettonica, strutturale e mentale. Garantire l’effettiva inclusione dei disabili e favorire un clima di solidarietà sociale e politica. Questi gli obiettivi della manifestazione “Passeggiando Oltre” che lo scorso 2 Dicembre ha coinvolto la cittadinanza tutta in momenti di riflessione e discussione sulla difficile realtà delle disabilità. Continua a leggere >>>

Letteratura | Pittura | Fotografia | Musica | Cinema | Teatro
“Sul corpo delle donne” di Ilenia Menale: se ne parla a Palazzo Parente

Domenica 16 dicembre 2018, presso il Palazzo Parente di Aversa (Caserta), alle ore 17:30 sarà protagonista l’ultimo libro di Ilenia Menale: Sul corpo delle donne. Ne parleranno, con l’Autore, il giornalista de Il Mattino Claudio Coluzzi ed il giornalista de L’Eco di Aversa Salvatore de Chiara. Saluti introduttivi di: Maria Luisa Coppola, SERRA CLUB AVERSA; Nunzia Orabona, AVERSA DONNA; Rachele Arena, DEMOCRAZIA E TERRITORIO. E’ previsto anche un aperitivo a cura del RISTORANTE NINCO NANCO, chef Gianguido Taglialatela.

Letteratura | Pittura | Fotografia | Musica | Cinema | Teatro
Glicine Maria Ranalli

GLICINE

Scintille di tenebre e segugi del nulla

questi rami.

Folte ciglia rampicanti.

Profilo di foglie

che si staglia netto

sul mio angolo di solitarie fantasie.

Culla e rifugio dei timori,

bruno cesto di ricordi.

Intrecci immortali di percezioni e memorie.

 

Desidero svanire nel disegno dei tuo archi,

nel grembo della tua verde implacabilità.

Sei fioritura di intricati monologhi,

contorsione di realtà,

labirinto di nostalgie.

                                                                        Maria Ranalli

Premio Piemonte Letteratura 2017 Menzione della Giuria.

Letteratura | Pittura | Fotografia | Musica | Cinema | Teatro
Mare Maria Ranalli

MARE

Confesso pagine e pagine di estati,

mentre il mare mi confessa le sue estasi.

Nella schiuma rivivo i miei affetti passati

e nei sussurri dell’acqua

si consumano le immagini.

La memoria dolceamara,

il turbine del sereno.

Mare,

come riportare a galla il sentire dell’antico

senza compromettere la stasi del presente?

Mare,

come meritare le tue pietanze spirituali

se continuo a rifugiarmi nelle onde dei ricordi

e nei meandri del divenire?

Donati.

Donati a me come una salmastra amicizia,

un’insondabile conoscenza.

Io ti aspetto,

ti aspetto sugli scogli.

Dove ombra e vento si aggrovigliano

e si snodano le fantasticherie.

Dove il tuo alfabeto blu non è più mistero

e confondo suoni con le nuvole.

                                                                        

Il Club dei Poeti 2016,  2^ Classificata

Letteratura | Pittura | Fotografia | Musica | Cinema | Teatro
“Il commesso” di Bernard Malamud Luigi Alviggi

Questo romanzo, del 1957, dette celebrità all’Autore, vincitore in seguito di due National Book Award e di un Premio Pulitzer negli USA. Il padre di Malamud era un droghiere di Brooklyn, buon uomo mite e gentile come MorrisBober, il protagonista del libro: “bober” in yiddish è un soggetto o una cosa di poco valore. Bernard Malamud(New York 1914-1986), maestro di Philip Roth, uomo discreto, figlio di ebrei russi immigrati, cresciuto in una casa senza libri, risentirà l’influenza dei film di Charlot visti da ragazzoper tutta la vita. Il giovane che si avvinghia al mondo come meglio può è l’emblema di un umorismo intriso di profonda tristezza, cifra del sommo comico Chaplin, che poi è il substrato, a ben vedere, di tutti quanti vogliono praticare il mestiere di divertire gli altri. Questo lavoro è l’epopea della sconfitta umana, appena dietro l’angolo per troppi, e la minuziosa epifania di un perdente, di un uomo provato dalla vita e da pesanti difficoltà economiche e, a supero del limite della misura “onestàfatta persona”, che cerca di mantenersi a galla rifugiandosi in sogni a occhi aperti o nel rincorrere ostinatamente vie di fuga inesistenti nella realtà di una vita senza appoggi. Continua a leggere >>>

« Nuovi articoliVecchi articoli »

www.ecodiaversa.com
Creative Commons License Questo sito utilizza un licenza Creative Commons License - Powered by Wordpress - Web Design by Claudio Lippi

Google Analytics
Amministrazione